I sapori della tradizione e l’Olio DOP Chianti Classico: Buglione di verdure del contadino

Passato dicembre, per riprendersi dai bagordi delle feste e contrastare il freddo dei mesi invernali, non c’è nulla di meglio di un bel piatto fumante di buglione di verdure del contadino.

In passato, nelle cucine si trovava il camino che serviva sia da fonte di calore sia per preparare da mangiare. Nel paiolo, sospeso abbastanza vicino al fuoco scoppiettante della legna ma non troppo affinché non sentisse il calore diretto della fiamma, si ponevano, tagliate a pezzettoni, le verdure di stagione raccolte nell’orto che venivano cotte insieme in un calderone. La lenta cottura imbiondiva gli ortaggi mescolando i loro sapori. 

Questo piatto prende il nome proprio dalla confusione, altresì detta “buglione”, delle verdure messe tutte alla rinfusa, come un’accozzaglia. Il termine, oltre a conservare il significato originale di “confusione” o “folla tumultuante”, ha così assunto quello di “brodo”.

La ricetta senza tempo che vi proponiamo si avvale degli spunti culinari di Silvio Cortigiani utilizzando un olio d’eccezione, l’Olio DOP Chianti Classico.

Prendete zucchine, patate, carciofi, finocchi, cavoli, carote, cipolle, pomodori e aglio. Tagliate le verdure a pezzi grandi e fate cuocere tutto insieme in un tegame. Se preferite tenete l’aglio intero e rimuovetelo a fine cottura.

A cottura ultimata impiattate e inondate la zuppa di Olio DOP Chianti Classico che esalta i semplici ma raffinati sapori offerti da questo insieme di verdure provenienti dall’orto di casa.

Il vostro piatto è così pronto per essere gustato, facendo arrivare sulla vostra tavola tutto il buono della tradizione e dei prodotti del Gallo Nero.